Non ho mai amato molto la stagione invernale. Odio il freddo e dover rimandare alcuni progetti perché il tempo non lo permette.
Quindi appena le temperature si alzano leggermente e arriva uno spiraglio di sole ho subito voglia di uscire!
Ho approfittato di questo weekend di bel tempo per andare due giorni in Liguria!
Il mare ormai mi mancava da troppi mesi!
Quindi zaino in spalla e si parte!

Primo giorno: Spotorno e Noli

Insieme a mio marito e alla mia bassottina siamo partiti da Torino alla volta di Spotorno.
Il viaggio scorre liscio e due ore dopo arriviamo nella cittadina ligure.

Abbiamo trovato un albergo, Hotel delle Palme, veramente carino e soprattutto dove sono ammessi gli animali! Assolutamente perfetto!
Lasciamo velocemente i bagagli in camera, ci infiliamo un paio di scarpe comode e partiamo alla scoperta della sua passeggiata!

Acque di Spotorno
Le acque limpide e blu di Spotorno le hanno fatto vincere la bandiera blu nel 2007

Spotorno

Il lungomare di Spotorno collega questa città con quella di Noli.
È una passeggiata lunga circa 4 km da fare a piedi o in bici.
Dalla passeggiata è possibile avere una bellissima vista sull’isola di Bergeggi da un lato e dall’altro la montagna brulla e selvaggia. A separare i due c’è solo una strada.
Nel 2007 la città ha vinto la prestigiosissima bandiera blu per la qualità delle spiagge e la purezza dell’acqua! Il suo colore e a sua trasparenza sono infatti inconfondibili!


Dalla passeggiata è possibile ammirare anche la città di Spotorno che si mostra in tutta la sua bellezza, con case eleganti, negozi e piccole botteghe artigiane. 
Seguendo il lungomare si raggiunge il centro dell’antico borgo. Come tutti i paesi liguri, anche questo è caratterizzato dalla presenza di strette viuzze. Alcune sono talmente piccole che due persone affiancate non riuscirebbero a passare.
Un intricato labirinto pieno di storia e tradizione.
Adoro le botteghe artigiane e i ristoranti tipici che nascono e si sviluppano in questi centri storici! Mettono in luce un particolare dell’Italia che spesso tendiamo a dimenticare: la bravura e il talento dei nostri maestri artigiani!

Booking.com

Noli
Bassottina in viaggio a Noli

Noli

Continuiamo la nostra camminata e raggiungiamo la cittadina di Noli
Curiosando in giro ho scoperto che è un comune piccolino di circa 3.000 abitanti, ma ha vinto il titolo de I Borghi più belli d’Italia“. 
Avevo notato che lo stesso premio era stato assegnato anche a Balboutet per le sue bellissime meridiane e Valeggio sul Mincio per i suoi antichi mulini. 

Effettivamente i suoi edifici in stile medioevale lo rendono un borgo unico e meraviglioso. 
Accediamo al paesino dalla Porta di Piazza, l’ingresso principale posto sulla seconda cinta muraria.
Dopo aver fatto un veloce giro del borgo, iniziamo ad essere stanchi quindi decidiamo di ritornare verso Spotorno e cenare in uno dei locali che sorgono nelle viuzze del centro storico.

Booking.com

Pescatori di Noli
Pescatori di Noli

Secondo giorno: Savona

Il secondo giorno decidiamo di spostarci verso Savona, una delle più grandi della Liguria. 
Lasciamo quindi Spotorno e ci dirigiamo verso Savona. Venti minuti di macchina e siamo lì.

La Cappella Sistina

Visitiamo la Cappella Sistina. Sì avete capito bene!
Non siamo a Roma, ma a Savona! Nella città ligure è infatti presente una sorellina in miniatura della chiesa più grande a Roma.
Con soli € 2,00 è possibile visitare la Cappella. Sono ammessi anche cani di piccola taglia purché tenuti in braccio o dentro un trasportino.
La chiesa è un gioiello in miniatura, caratterizzata da dipinti e ornamenti gialli, oro e azzurri. 
Da lasciare veramente a bocca aperta è l’affresco che troneggia sul soffitto rappresentante Adamo ed Eva insieme all’Albero della Sapienza e il serpente. Poco più in alto vengono raffigurati la madonna e il bambino circondati da angeli e putti. 

Savona
Savona e il suo porto

All about Apple

Dopo la visita alla Chiesa ci dirigiamo verso un altro tipo di fede: quella che mio marito ha nei confronti di Apple!
Ebbene sì perchè a Savona sorge “All about Apple“, un museo contenente tutti i principali computer che hanno fatto la storia della famosa azienda di Cupertino dalle origini fino ai giorni nostri!
Io non sono appassionatissima del genere, ma devo ammettere che è stata veramente una bella scoperta! 
Per tutti gli appassionati è una sosta che non può mancare.

Terminata la visita iniziamo ad avere un po’ fame, quindi ci dirigiamo in un ristorante lì vicino, consigliato da un amico. Si chiama “Da Bacco” ed è veramente da provare!
L’anima del ristorante rispecchia in pieno quella del proprietario: un omone grande e grosso tutto tatuaggi, con barba intrecciata e capelli raccolti in un codino alla giapponese. Il cibo… semplicemente divino! 
Da provare assolutamente gli antipasti e il fritto misto di paranza! 

Terminato il ricco banchetto, decidiamo di fare un giro lungo il porto, per poi ritornare verso l’auto e rientrare a casa.

Booking.com

Dove soggiornare

Hotel delle Palme

Giorni necessari per effettuare questa attività o tour

2 giorni

2 risposte

  1. Weekend in Liguria. Mi ha fatto tornare in mente tante gite e ricordi dell’infanzia. È stato bello rivivere quei colori e paesaggi.

    1. Grazie mille Andrea!
      Si ricordare i bei posti che hai visitato quando eri bambino è sempre una grande emozione!

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.