fbpx

Fra orchidee, zenzero e foresta pluviale: i Singapore Botanic Gardens

Se dovessi immaginare il giardino botanico per eccellenza, il Singapore Botanic Garden sarebbe sicuramente al primo posto.

Durante il mio viaggio fra Singapore e la Thailandia ho avuto la possibilità di vedere questo parco meraviglioso e credimi, ne vale veramente la pena!

Non a caso è entrato a far parte dei Patrimoni dell’Unesco!

In questo post voglio portarti alla scoperta di questo bellissimo giardino.
Come sempre, sparsi qua e là per l’articolo troverai i “Consigli di viaggio”, piccole idee e suggerimenti che ho vissuto io e magari potrebbero esserti utili nell’organizzazione del tuo viaggio, mentre in fondo al post sono riportati tutte le informazioni relative al parco che potrebbero tornarti utili.

Quindi zaino in spalla e… si parte!

Indice

Statua dei cigni in uno dei tanti laghetti del Singapore Botanic Gardens

7 buone ragioni per visitare i giardini botanici di Singapore

Andiamo però con ordine. Se stai pianificando il tuo viaggio, sei indeciso se visitare questi giardini oppure no e stai cercando una buona motivazione per farlo, in questo capitolo te ne darò ben 7!

  1. I Singapore Botanic Gardens sono i primi e unici tesori della città ad essere entrati a far parte dei Patrimoni Unesco. Se ottieni un titolo simile ci sarà pure una buona ragione, non credi?!
  2. Hai la possibilità di vedere piante e fiori unici al mondo. 740.000 metri quadrati di superficie avranno pur qualcosa da mostrare!
  3. Ospitano un’autentica foresta pluviale
  4. Al loro interno sono presenti piante antichissime
  5. Contengono una delle più grandi collezioni di orchidee al mondo, la National Orchid Garden, che vanta 1.000 specie diverse e oltre 2.000 ibridi
  6. L’accesso ai giardini botanici è gratuito. L’unica eccezione è l’ingresso al National Orchid Garden, ma anche in questo caso il prezzo è super accessibile in quanto corrisponde a circa 3,00 euro e puoi acquistarlo direttamente qui.
  7. È un luogo perfetto per godersi un attimo di pace e relax, pur rimanendo all’interno di una città

A questo punto, sei ancora indeciso se andare a visitarli?

Una delle gigantesche piante dei Singapore Botanic Gardens

Alcuni consigli utili per visitare i Singapore Botanic Gardens

Quando sono tornata dal mio viaggio a Singapore, ho parlato con alcuni amici di questi bellissimi giardini.
Alcuni di loro avevano in programma di effettuare un viaggio proprio qui e ricordo che mi avevano letteralmente tempestata di domande.

Per questo motivo ho pensato di creare un capitolo dedicato. Magari in alcuni casi sono gli stessi dubbi che hai tu.

  1. Quanto costa entrare nei Singapore Botanic Gardens?
    L’ingresso è gratuito. L’unica eccezione è rappresentata dal giardino delle orchidee, il National Orchid Garden, il cui costo si aggira intorno ai 3 euro. Puoi acquistarlo online cliccando qui.
  2. Qual è l’orario di apertura?
    Tutti i giorni dalle 5 del mattino a mezzanotte
  3. È possibile lasciare i bagagli se si sta per andare all’aeroporto?
    Si è possibile grazie ad un apposito servizio
  4. Come ci si può muovere nei giardini?
    È possibile andare solo a piedi, non sono ammesse bici o scooter
  5. Posso portare il mio cane?
    Si, purché sia tenuto al guinzaglio
  6. È possibile mangiare all’interno del parco?
    Si, sono presenti diversi ristoranti, alcuni specializzati in cucine tipiche. Inoltre sono presenti diverse aree attrezzate in cui è possibile fare pic-nic
  7. Qual è il momento migliore per visitare i giardini?
    A mio parere al mattino, quando non fa ancora troppo caldo e non ci sono tonnellate di visitatori
  8. I Singapore Botanic Gardens e i Gardens by the Bay sono la stessa cosa?
    No. In effetti i due nomi si assomigliano molto e possono generare un po’ di confusione, ma in realtà sono due aree con finalità molto diverse.
    I Gardens by the Bay si trovano nel quartiere di Marina Bay e sono giardini futuristici composti da stravaganti sculture.

Ti serve una guida per Singapore?!

Io mi sono trovata molto bene con quella della Lonely Planet che trovi qui a fianco. È interamente a colori e ha anche una cartina della città estraibile

Un galletto si aggira indisturbato per i giardini di Singapore
La pagoda presente all'interno dei Singapore Botanic Gardens

L’unicità dei giardini botanici di Singapore

Piante così alte che sembrano non avere mai fine, fiori dai colori accesi e luminosi e in generale una vegetazione così fitta che potrebbe far impallidire la foresta amazzonica!
Sono queste le prime cose che ho pensato quando ho varcato la soglia di ingresso dei Singapore Botanic Garden e ho iniziato a gironzolare per le sue stradine.
E se questi giardini possono vantare una varietà di piante così belle il merito è soprattutto del suo clima!

CONSIGLI DI VIAGGIO

A Singapore il clima è caldo e umido praticamente tutto l’anno. Non dare per scontato il fatto di portare con te una crema solare perché il sole così forte può davvero ustionarti.

I Singapore Botanic Gardens sono stati pensati come un gigantesco giardino in cui puoi muoverti liberamente e sparsi qua e là sono presenti dei piccoli “centri tematici” dedicati a uno specifico fiore o pianta.

CONSIGLI DI VIAGGIO

Se hai a disposizione un’intera giornata, puoi visitare il parco in totale tranquillità, ma se hai poco tempo a disposizione (com’è successo a me), ti conviene scegliere prima i centri che vuoi visitare.
Ho pensato di riportarti la mappa qui di seguito per aiutarti

Al suo interno sono inoltre presenti 3 laghi e diversi punti ristoro in cui è possibile fare un pic-nic all’aperto. Quando si dice vivere fino in fondo un’esperienza!
Nei capitoli successivi ho voluto approfondire i centri tematici più importanti così potrai scegliere quello che ti interessa di più.

National Orchid Garden

Il vero fiore all’occhiello di questo giardino tematico è il National Orchid Garden, il giardino dedicato alle orchidee!
È l’unica sezione a pagamento (circa 3,00 euro), ma ne vale veramente la pena!

Ad accoglierti troverai un immenso orologio, completamente circondato da orchidee! (è quello che vedi nella foto qui sotto)
Di forme e colori diverse, crescono liberamente su una struttura principale portante.

E qui devo fare una confessione: vedendo questi fiori così rigogliosi, brillanti e luminosi ho sentito una fitta al cuore! Mi sono tornate alla mente le orchidee che avevo io a casa: tristissime, con un numero di fiori che si potevano contare sulle dita di una mano (se va bene!) e che spesso, dopo la prima fioritura, non ne conoscevano una seconda! Un profondo senso di tristezza e invidia mi ha improvvisamente pervasa!

Clicca qui per acquistare il biglietto del National Orchid Garden.

Il giardino botanico di Singapore
Io mentre osservo queste bellissime orchidee pensando che non riuscirò mai ad averne di simili in casa mia!

Hai già condiviso questo viaggio?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email
L'ingresso del Ginger Garden

Ginger Garden

Se il giardino delle orchidee ospita più di 3.000 diverse varietà, il Ginger Garden, o Giardino dello Zenzero, non è da meno! Anche qui infatti si trovano oltre 3.000 varietà di questa pianta, tipica della foresta tropicale.

La famosa spezia è diventata anche l’elemento fondamentale dei piatti di Halia, un ristorante presente all’interno dei Giardini.

Quest’area ha anche un’altra interessante peculiarità: puoi camminare e ammirare le piante, passando al di sotto di una cascata! Un modo molto diverso per osservare la natura che ti circonda!

Non avevo mai visto una pianta di zenzero (le mie conoscenze in tal senso si fermavano alla radice tutta contorta presente al supermercato), ma penso che la bellezza dei viaggi consista proprio in questo: scoprire mondi e cose nuove che altrimenti non avresti mai visto e conosciuto!

Ti serve una guida per Singapore?!

Io mi sono trovata molto bene con quella della Lonely Planet che trovi qui a fianco. È interamente a colori e ha anche una cartina della città estraibile

Davanti alla Learning Forest

Learning Forest, la foresta pluviale

Se quando eri bambino sognavi di vivere incredibili avventure all’interno della foresta pluviale come Sandokan, allora quest’area farà sicuramente al caso tuo!

Qui infatti è stato ricostruito un vero e proprio ecosistema tipico della foresta equatoriale. La peculiarità di questo posto inoltre è data dal fatto che sono state progettate passerelle e percorsi sopraelevati che ti permettono di esplorare la foresta da un punto di vista molto particolare.

Una delle gigantesche piante presenti nel giardino
William e Kate con l'orchidea creata espressamente per loro

Alcune curiosità che forse non sapevi sui Singapore Botanic Gardens

Se hai già letto qualche altro articolo del blog, ormai saprai bene che sono un’amante delle “chicche” di ogni luogo, ovvero quelle curiosità e i piccoli dettagli che rendono un posto magico e possono essere scoperte solo dall’osservatore più attento.

Per questo motivo ho deciso di riassumere qui, alcune peculiarità che forse non sapevi sui Singapore Botanic Gardens.

  1. I Singapore Botanic Gardens contengono l’esposizione di orchidee più grande al mondo. Non c’è nessun altro posto paragonabile a loro
  2. Molte delle orchidee qui presenti sono dedicate a personaggi famosi. Fra queste vi sono quelle realizzate in onore di William e Kate, Elton John, Jackie Chan, la Principessa Diana e Nelson Mandela
  3. All’interno dei Giardini è presente una pianta molto speciale: è la Giant Cola ed è stata donata da Nelson Mandela in persona durante il suo viaggio a Singapore nel 1997
  4. Più della metà delle oltre 300 specie di piante presenti nella foresta pluviale è oggi considerata rara
  5. La prima pianta è stata coltivata qui oltre 150 anni fa
  6. Se vuoi portare con te a casa un ricordo di questo meraviglioso giardino, hai la possibilità di comprare qui o sul loro sito piante e semi.

Avevi già visitato il giardino botanico di Singapore durante i tuoi viaggi?

La pianta creata in onore di Nelson Mandela

Hai già condiviso questo viaggio?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email
Elisa Mout

Elisa Mout

Sono Elisa e ho due grandi passioni: viaggiare e leggere libri!
Mi piace girare il mondo e scoprire cosa si cela dietro a ogni luogo: la sua storia, i suoi aneddoti e le sue leggende!

Scopri di più!

Informazioni utili

Nome completo: Il Giardino Botanico di Singapore o Singapore Botanic Gardens
Quando: Aperto tutti i giorni dalle 5.00 alle 24.00
Prezzo: Ingresso gratuito ad eccezione del giadino delle orchidee
Dove: 1 Cluny Rd, Singapore 259569 - Singapore
Sito web: www.nparks.gov.sg/sbg
Dove acquistare i biglietti: Clicca qui per il biglietto d'ingresso al giardino delle orchidee
Giorni necessari: 1 giorno

Dove soggiornare

Marina Bay Sands hotel

Verifica la disponibilità

Booking.com

Iscriviti alla newsletter

Seguimi su Facebook

Lascia un commento!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se deciderete di effettuare una prenotazione o fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro a ogni articolo pubblicato. Grazie