fbpx
Sant'apollinare nuovo il corteo delle vergini

I mosaici di Sant’Apollinare Nuovo, talmente belli da suscitare l’invidia del Papa

Terza tappa alla scoperta dei mosaici di Ravenna è la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo. Dopo essere rimasta nella parte più periferica di Ravenna, visitando Sant’Apollinare in Classe e il Mausoleo di Galla Placidia, mi sono spostata verso il centro per vedere i mosaici di questa splendida chiesa.
In questo articolo, scopriremo insieme le decorazioni che l’hanno resa famosa in tutto il mondo, svelando i significati nascosti di ciascun disegno.
Nella seconda parte dell’articolo troverai invece tutta una serie di informazioni che potrebbero tornarti utili nell’organizzazione della tua prossima visita.
Quindi zaino in spalla e… si parte!

Indice

Le tre fasce di mosaici nella Basilica di Sant'Apollinare Nuovo a Ravenna
Le tre fasce di mosaici

I mosaici di Sant’Apollinare Nuovo

Appena varcherai la soglia d’ingresso, verrai accolto da un tripudio di oro e di luce.

La bellezza di questi mosaici è leggendaria. Si racconta infatti che i fedeli erano intenti ad ammirare questi incredibili mosaici, distraendosi durante le funzioni religiose.
Il Papa Gregorio Magno, parecchio infastidito e insoddisfatto per l’atteggiamento dei suoi parrocchiani, fece allora letteralmente affumicare queste opere in modo da renderle meno luminose e riportare le sue pecorelle smarrite sulla “retta via”!
Cosa non fa fare la gelosia!

Sant'apollinare nuovo il corteo delle vergini
Il Corteo delle Vergini

La prima fascia di mosaici di Sant’Apollinare Nuovo

La Basilica di Sant’Apollinare Nuovo si caratterizza per la presenza di 3 fasce di mosaici di dimensioni diverse, che corrono lungo tutta la navata centrale.

Anche questi, come quelli che abbiamo visto a Sant’Apollinare in Classe, nascondono tutta una serie di significati che possono essere letti solo all’occhio dell’osservatore più attento.

Appena entrata, sono rimasta molto colpita dalla prima fascia, decisamente più grande rispetto alle altre. Il mosaico iniziale è dedicato proprio alla città di Ravenna, rappresentata nel porto di Classe con le sue mura merlate e 3 grandi navi dalle vele spiegate.

Subito dopo segue una lunga fila di donne chiamato il Corteo delle Ventidue Vergini.
Vanno idealmente verso l’altare e, al termine del corteo, si trova il mosaico dedicato alla Madonna che, seduta in trono, tiene in braccio Gesù Bambino scortato da 4 angeli e dai tre Magi.

Dall’altro lato della chiesa sulla destra, si susseguono invece uomini vestiti con tuniche bianche e dorate che portano in mano una corona. Sono i ventisei Martiri. Al termine di questa lunga fila si trova Cristo seduto in trono e circondato da quattro angeli.

Sant'Apollinare Nuovo a Ravenna il corteo dei ventisette martiri
Il Corteo dei Ventisette Martiri

Con questo tour proposto da GetYourGuide, farai un tour a piedi per scoprire i mosaici e dei punti salienti di Ravenna con una guida locale.

La Chiesa di Sant'Apollinare Nuovo a Ravenna la Madonna vergine con il bambino e gli angeli
la Madonna vergine con il bambino e gli angeli

La seconda fascia di mosaici di Sant’Apollinare Nuovo

La seconda fascia di mosaici, un po’ più piccola rispetto alla precedente, è dedicata a Santi e Profeti.

Fai attenzione a un particolare: guardandoli bene noterai che ognuno di essi porta in mano un rotolo o un codice. Un messaggio nascosto che vuole sottolineare l’importanza delle Sacre Scritture!

Mosaico con i santi e la vita di cristo sant'apollinare nuovo
La seconda e terza fascia di mosaici

La terza fascia di mosaici di Sant’Apollinare Nuovo

L’ultima fascia in alto, ancora più piccola rispetto alle due precedenti, è composta da 13 scene per lato.

Sulla sinistra ogni mosaico descrive la vita e i miracoli di Cristo, come la moltiplicazione dei pani e dei pesci, la guarigione dei ciechi di Gerico, la resurrezione di Lazzaro e molti altri.
Sulla parte destra invece sono riportati gli ultimi momenti della vita di Gesù, dall’Ultima Cena fino alla sua Risurrezione.

Hai già condiviso questo viaggio?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email
Sant'Apollinare Nuovo la navata della chiesa
La navata della chiesa

Perché si chiama Sant’Apollinare Nuovo?

La Basilica di Sant’Apollinare Nuovo e quella di Sant’Apollinare in Classe, che avevamo conosciuto qualche settimana fa, hanno una cosa in comune: Sant’Apollinare, il primo vescovo di Ravenna. Il nome di questa chiesa deriva dal fatto che intorno alla metà dell’800 si decise di spostare i resti del Santo, da Classe a Ravenna, per evitare che questi potessero essere trafugati da parte dei pirati slavi che di tanto in tanto attaccavano questa zona.

I mosaici molto spesso presentano dettagli che sono difficili da vedere.

Per questo motivo, prima di partire o durante la tua visita, porta con te un libro con le foto ingrandite delle opere.

La Basilica di Sant'Apollinare Nuovo vista dall'esterno
La Basilica di Sant'Apollinare Nuovo vista dall'esterno

Come organizzare la tua visita a Sant’Apollinare Nuovo

E ora arriviamo a tutti i dettagli più “pratici” per visitare Sant’Apollinare Nuovo. Nei prossimi capitoli troverai tutte le informazioni legate ai biglietti (costi e dove acquistarli), le audioguide, i giorni e gli orari di apertura, dove si trova e come raggiungerla.
Naturalmente per qualsiasi dubbio, non esitare a mandarmi una mail all’indirizzo sempreprontaperpartire@gmail.com.
Sarò felice di risponderti!

Uno dei modi migliori per esplorare e scoprire Ravenna è attraverso una visita guidata come quella proposta da GetYourGuide per piccoli gruppi

Il mosaico dedicato al porto di Classe nella basilica di Sant'Apollinare Nuovo
Il mosaico dedicato al porto di Classe

Costo del biglietto di Sant’Apollinare Nuovo

Il biglietto per accedere alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo è pari a € 10,50 per l’intero e € 9,50 per il ridotto.
Hanno diritto al ridotto i cittadini europei tra i 18 e i 25 anni.
L’ingresso è invece gratuito per i cittadini europei sotto i 18 anni, portatori di handicap e loro accompagnatori, giornalisti con tesserino, guide turistiche in servizio e Italiani residenti all’estero.
Il biglietto di ingresso è cumulativo e comprende la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, la Basilica di San Vitale, il Museo e la Cappella Arcivescovile. Aggiungendo € 2,00 si può accedere anche al Battistero Neoniano e al Mausoleo di Galla Placidia. Il biglietto è valido per 7 giorni consecutivi dalla data di emissione e dà diritto a un solo ingresso per monumento

Mosaico con la parabola di Cristo a Ravenna
Un mosaico che racconta un momento della vita di Cristo

Dove acquistare il biglietto

Per la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo è possibile comprati i biglietti direttamente nella biglietteria posta all’ingresso di ciascun monumento oppure sul sito ravennamosaici.it
Sono inoltre presenti tour privati con ingresso alla struttura, come quello che trovi qui.

Hai già condiviso questo viaggio?

Condividi su facebook
Condividi su whatsapp
Condividi su twitter
Condividi su telegram
Condividi su email

Orari di apertura di Sant’Apollinare Nuovo

Sant’Apollinare Nuovo è aperta tutti i giorni dalle 10.00 alle 17.00.
È consentito l’ultimo accesso mezz’ora prima dell’orario di chiusura effettivo.
La Basilica è invece chiusa il 1° gennaio e il 25 dicembre.

Dove si trova Sant’Apollinare Nuovo

La Basilica si trova nel centro storico di Ravenna, in Via di Roma 53, a circa a 700 mt. dalla stazione ferroviaria, in zona pedonale.

Elisa Mout

Elisa Mout

Sono Elisa e ho due grandi passioni: viaggiare e leggere libri!
Mi piace girare il mondo e scoprire cosa si cela dietro a ogni luogo: la sua storia, i suoi aneddoti e le sue leggende!

Scopri di più!

Informazioni utili

Nome completo: Sant'Apollinare Nuovo
Quando: Aperto tutto l'anno dalle 10.00 alle 17.30. Chiuso il 25 dicembre e il 1° gennaio
Prezzo:
Dove: Via di Roma 53, Ravenna (RA) - Italia
Come arrivare: La basilica si trova a circa a 700 mt. dalla stazione ferroviaria, in zona pedonale.

  • In bus: fermata tutte le linee urbane a 200 mt.
  • In bicicletta: il museo è collegato con la città da un’efficiente pista ciclabile.
  • Parcheggio bus o macchine: parcheggio auto a circa mt 100. QUI, per maggiori informazioni sui parcheggi in città, compresi bus turistici.

  • Sito web: www.ravennamosaici.it
    Giorni necessari: 1 giorno

    Dove soggiornare

    Palazzo Bezzi Hotel

    Verifica la disponibilità

    Booking.com

    Iscriviti alla newsletter

    Seguimi su Facebook

    Lascia un commento!

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se deciderete di effettuare una prenotazione o fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro a ogni articolo pubblicato. Grazie

    iscriviti alla newsletteR

    Ti è piaciuto questo articolo?! Allora non rischiare di perdertene altri e iscriviti alla newsletter!