fbpx
Esposizione delle auto da corsa al MAUTO

Il MAUTO: un viaggio nel cuore delle automobili e di Torino

Da sempre Torino è simbolo dell’auto per antonomasia.
Qui è nata la Fiat (il cui significato è appunto “Fabbrica Italiana Automobili Torino”) e un enorme indotto di aziende, più o meno grandi, che le orbitavano intorno e l’hanno resa la città che conosciamo noi oggi.
In un contesto simile non poteva quindi mancare un Museo dedicato proprio all’auto, il MAUTO. In questo post entreremo all’interno della sua spettacolare collezione, vedremo come l’auto è cambiata nel corso degli anni e conosceremo i piloti che hanno raggiunto i più grandi record attraverso le loro potentissime macchine da corsa.
Nella seconda parte troverai invece tutte le informazioni per organizzare la tua prossima visita. Come sempre, se dopo aver letto l’articolo, dovessi avere ancora qualche dubbio puoi lasciarmi un commento di seguito o inviarmi una mail all’indirizzo sempreprontaperpartire@gmail.com.
Quindi zaino in spalla e… si parte!

Indice

Esterno del Museo dell'automobile di Torino
Esterno del Museo dell'Automobile di Torino

Il Museo Nazionale dell’Automobile di Torino: un museo unico nel suo genere

Per capire il vero valore di questa struttura, ti basterà sapere che al suo interno è presente una collezione di auto fra le più antiche e importanti al mondo.
Nato nel 1933, è stato inserito dal “Times” nella lista dei 50 musei più belli al mondo.
Beh d’altronde come potrebbe essere diversamente?
Alle oltre 200 autovetture sempre presenti, se ne aggiungono spesso alcune provenienti da mostre temporanee o collezioni private, un Centro di Documentazione, che raccoglie documenti originali relativi a vetture, personaggi, eventi che hanno fatto la storia dell’automobile composto da più di 9.000 monografie e libri antichi dedicati alla storia della meccanica.
Infine, ciliegina sulla torta, da poco è stato anche aperto un Centro di Restauro interno, che svolge attività di manutenzione ordinaria e straordinaria per le vetture della collezione.
Niente male come primo biglietto da visita vero?

Interno della hall del Museo dell'Automobile di Torino
La hall del Museo dell'Automobile

Come si compone il museo dell’auto

Con una collezione così ampia, è stato fondamentale dividere il museo in più sezioni.

Dai cavalli ai veicoli a motore

Il punto di partenza della visita non poteva che essere il passaggio dai cavalli e dalle carrozze ai primi cavalli a vapore. In questa sezione potrai ammirare gli iniziali prototipi e osservare l’evoluzione dell’automobile nel corso degli anni.
Fra i modelli esposti c’è anche il Carro di Cugnot inventato nel 1796 e considerato il primo veicolo semovente al mondo. Ha raggiunto ben i 4 km/h e la sua corsa passerà alla storia: durerà 10 minuti e si concluderà contro… un muro!

Carro di Cugnot primo veicolo al MAUTO
Il Carro di Cugnot, considerato il primo veicolo semovente al mondo

Continuando lungo il percorso, è possibile ammirare anche la Fiat 3,5 HP, realizzata solo 3 mesi dopo la fondazione dell’omonima azienda nel 1899 e di cui oggi rimangono solo 4 esemplari.

Prima auto realizzata dalla Fiat la 3,5 HP al MAUTO
La prima auto realizzata da Fiat, la 3,5 HP

Man mano che crescono le prestazioni, vengono create auto in grado di battere record o raggiungere lunghi traguardi. A testimonianza di questo glorioso passato, è esposta la 35/45 HP Pechino – Parigi con cui il principe Scipione Borghese, il meccanico Ettore Guizzardi e il giornalista Luigi Barzini vinsero il raid Pechino – Parigi, promosso dal quotidiano francese “Le Matin”, lungo più di 16.000 km.

La 35/45 HP Pechino-Parigi con cui furono attraversati 16.000 km

Passano gli anni e vengono realizzate macchine sempre più veloci, potenti, sofisticate e sicure. Alcune di queste sono diventate delle vere e proprie icone in grado di caratterizzare intere epoche.
Sono state in grado di ammaliare uomini e donne grazie alla loro eleganza e al loro fascino.
Fra queste ci sono anche la famosissima Citroen 2CV, simbolo di libertà e spensieratezza, e la Jaguar E-type, sinonimo di fascino sfrontato.

2CV Hippie al MAUTO
La 2CV in stile Hippie

Un itinerario iconico nel mondo dei motori all’interno del Museo dell’Automobile di Torino, uno dei più grandi e importanti al mondo e unico nel suo genere in Italia.

Il tour comprende il biglietto d’ingresso con salta-coda e la visita guidata.

Auto da corsa al MAUTO di torino
L'esposizione con le auto da corsa

Le auto da corsa

Dall’evoluzione dell’auto e delle sue parti di ricambio, si passa alla sezione delle corse dove si possono ammirare i modelli che in pista hanno fatto sognare fan e appassionati. Veloci, roboanti, potenti e super aerodinamiche, sono state guidate da piloti straordinari come Tazio Nuvolari, Jackie Stewart e Michael Schumacher.
L’ambientazione in questa sala è straordinaria. Le auto sono disposte a coppie lungo un corridoio, dove giochi di luce danno l’idea della velocità e della potenza che si può ammirare solo in pista e in un circuito di corse.

Le gigantografie dei piloti delle auto da corsa al mauto di torino
Le gigantografie dei piloti delle auto da corsa
La FIAT Downtown al MAUTO
La FIAT Downtown, la prima auto elettrica realizzata nel 1993

Dalle macchine a combustione ai veicoli elettrici

Nell’evoluzione del settore automobilistico, non poteva mancare una parte dedicata ai veicoli elettrici o basate su altre forme di carburante.
Molti dei modelli esposti sono prototipi realizzate da case automobilistiche che non hanno mai visto la produzione. Fra questi ci sono anche due progetti realizzati dal Politecnico di Torino.

Proprio in questa sezione, ho scoperto che già nel 1993 la Fiat aveva progettato la Downtown, un’auto elettrica che poteva percorrere dai 190 ai 300 km con un solo rifornimento. Una vera e propria innovazione, ma i tempi ahimè non erano ancora maturi e quest’auto verrà “riposta nel cassetto” per molto tempo.

Hai già condiviso questo viaggio?

Prototipo sportivo della FIAT al MAUTO
Un prototipo disegnato da Fiat

I grandi designer

Il MAUTO non è dedicato solo alle auto e ai grandi piloti di corsa.

Un ruolo di primo piano è svolto anche dai grandi designer che hanno progettato alcuni dei veicoli più meravigliosi che la storia abbia mai conosciuto.
Nella sala dedicata potrai conoscere i grandi designer come Giugiaro e Pininfarina, conoscere la loro storia e gli oggetti o le auto che li hanno ispirati.
Fra loro c’è anche Chris Bangle, l’inventore delle big bench, le panchine giganti alte 2 metri che hanno letteralmente conquistato i paesaggi più belli delle Langhe, del Monferrato e non solo.

Acquista una “Torino + Piemonte Card” valida 3 giorni per esplorare Torino e la regione del Piemonte.

Potrai accedere gratuitamente a numerose attrazioni, come musei, monumenti, mostre, fortezze, castelli e residenze reali. Inoltre avrai diritto agli sconti sui biglietti del trasporto pubblico. 

Design di auto sportiva storica
Auto sportiva

Le auto dei record

L’ultima sezione della mostra è dedicata alle auto dei record. Una vera e propria chicca, simpatica e divertente.

Qui, attraverso piccoli modellini, potrai conoscere l’auto più lunga, quella più piccola, quella più costosa, quella più economica, quella più “papale”, quella più utilizzata dai maggiori criminali e così via.

Una visita guidata attraverso il cuore iconico dell’Automotive Fiat, oggi rinnovato in un distretto affascinante e di design, caratterizzato da hotel di lusso, la meravigliosa Pinacoteca Agnelli e l’affascinante Museo dell’Automobile. 
Scoprirai la Pinacoteca Agnelli, “Lo Scrigno” sospeso sul tetto dell’edificio del Lingotto, progettato nel 2002 da Renzo Piano. Visiterai il tetto originale della pista di prova del Lingotto e godrai di una vista mozzafiato della città dal giardino pensile.

Informazioni utili per organizzare la tua visita al MAUTO

Se il MAUTO ti ha incuriosito e vuoi avere tutte le informazioni necessarie per organizzare la tua visita, qui di seguito trovi le risposte alle tue domande.
Naturalmente, se dovessi avere ancora qualche dubbio, non esitare a lasciarmi un commento di seguito o inviarmi una mail all’indirizzo sempreprontaperpartire@gmail.com

Quando visitare il MAUTO

Il MAUTO è visitabile tutti i giorni durante i seguenti orari:

  • Lunedì: dalle 10 alle 14
  • Da Martedì a Domenica: dalle 10 alle 19

La biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura

Ultimo aggiornamento: 10 gennaio 2024

Auto da corsa Ferrari al Museo dell'automobile a Torino
Una delle auto da corsa

Prezzo e dove acquistare i biglietti per il MAUTO

Per accedere al MAUTO il costo del biglietto è:

  • Intero (Museo + mostre temporanee): € 15,00
  • Ridotto (Museo + mostre temporanee): € 12,00
    Hanno diritto al biglietto ridotto: i visitatori over 65, ragazzi fra i 18 e i 25 anni, membri di gruppi oltre le 10 persone, convenzioni.
  • Ragazzi fra i 6 e i 17 anni: € 5,00
  • Bambini fra 0 e 5 anni: gratuito
  • Promozione famiglie (2 adulti + 1 o più bambini/ragazzi tra i 6 e i 17 anni): € 35,00

È possibile visitare il MAUTO in autonomia o attraverso una visita guidata.

Puoi comprare i biglietti direttamente sul sito del MAUTO.

È inoltre possibile acquistare speciali tour organizzati da GetYourGuide che prevedono l’ingresso al museo + la visita guidata.

Ultimo aggiornamento: 10 gennaio 2024

Un itinerario iconico nel mondo dei motori all’interno del Museo dell’Automobile di Torino, uno dei più grandi e importanti al mondo e unico nel suo genere in Italia.

Il tour comprende il biglietto d’ingresso con salta-coda e la visita guidata.

Taxi storico di Parigi
Un taxi storico di Parigi. Risale al 1910

Dove si trova il MAUTO

L’indirizzo per visitare il MAUTO è: Corso Unità d’Italia, 40, 10126 Torino (TO).

Il museo è inoltre raggiungibile anche

  • con i mezzi pubblici
    • Metropolitana: METRO Linea 1 dalle Stazioni di Torino Porta Nuova e Torino Porta Susa fino alla fermata LINGOTTO. Percorrendo via Nizza in direzione Eataly e svoltando subito in via Garessio, raggiungerai il MAUTO in circa 9 minuti a piedi.
    • Bus 18 (fermata FINALMARINA), 34 (fermata C.T.O.), 74 (fermata C.T.O.), 17 (fermata ELLERO), 17/(fermata ELLERO), 42 (fermata VENTIMIGLIA CAP.)
    • Bus City Sightseeing Linea B Fermata 4
    • [To]Bike 120, 122, 124
    • con il treno: Dalle Stazioni di Torino Porta Nuova e Torino Porta Susa METRO Linea 1 fino alla fermata LINGOTTO. Percorrendo via Nizza in direzione Eataly e svoltando subito in via Garessio, raggiungerai il MAUTO in circa 9 minuti a piedi.
  • con la macchina: dopo aver preso la tangenziale di Torino, prendere l’uscita Corso Unità d’Italia e seguire le indicazioni per il Museo dell’Automobile.

Di fronte al MAUTO è presente un grande parcheggio dov’è possibile lasciare la macchina gratuitamente.

Una visita guidata attraverso il cuore iconico dell’Automotive Fiat, oggi rinnovato in un distretto affascinante e di design, caratterizzato da hotel di lusso, la meravigliosa Pinacoteca Agnelli e l’affascinante Museo dell’Automobile. 
Scoprirai la Pinacoteca Agnelli, “Lo Scrigno” sospeso sul tetto dell’edificio del Lingotto, progettato nel 2002 da Renzo Piano. Visiterai il tetto originale della pista di prova del Lingotto e godrai di una vista mozzafiato della città dal giardino pensile.

NH Lingotto Congress Hotel a Torino
L'ingresso dell'NH Lingotto Congress Hotel

Dove dormire: prenota il tuo hotel

Per visitare il MAUTO sono presenti diversi hotel nella zona.

Fra questi, uno che potrebbe fare è al caso tuo è l’NH Torino Lingotto Congress, situato all’interno dell’ex fabbrica automobilistica FIAT, riprogettata dall’architetto Renzo Piano e a 500 metri dal MAUTO.

Clicca qui per prenotare la tua stanza all’NH Torino Lingotto Congress o in alternativa scorri sulla mappa riportata qui di seguito per trovare altre strutture.

 

La tua guida di viaggio

Una delle guide migliori per visitare questa zona è: Torino” realizzata da Lonely Planet e scritta da Sara Cabras.

Clicca qui per acquistare la guida.

Plastico con aziende del settore automotive a Torino al MAUTO
Il plastico con tutte le aziende che un tempo operavano nel settore automotive a Torino

Il MAUTO e la città di Torino oggi

Nel corso degli anni, la relazione fra l’automobile e la città è cambiata tantissimo.

Ancora oggi all’interno del museo è presente un gigantesco plastico sormontato da una vecchia 500 e dalla maestosa Mole Antonelliana in cui sono rappresentate tutte le aziende, più o meno grandi, legate al settore automotive che operavano a Torino.
La città era letteralmente invasa! Impossibile trovare un quartiere che in qualche modo non fosse collegato al mondo delle autovetture.
Oggi purtroppo di quel glorioso passato rimangono poche tracce tangibili. La maggior parte delle aziende, spesso gestite a livello famigliare, hanno chiuso i battenti. I fornitori che ruotavano intorno alla società fondata da Giovanni Agnelli hanno gradualmente espanso i loro mercati e hanno delocalizzato la loro produzione. La FIAT, un tempo potente protagonista, ha perso parte del suo potere soprattutto in seguito alla fusione con Citroen e Peugeot da cui è nata Stellantis.
Tuttavia, nonostante le sfide e i cambiamenti del settore, il MAUTO è riuscito a fermare e a catturare l’essenza di quel passato glorioso.
Attraverso la sua straordinaria collezione, il museo è riuscito a narrare in modo eloquente la storia di un’epoca in cui Torino era il cuore pulsante dell’industria automobilistica italiana.

Elisa Mout

Elisa Mout

Sono Elisa e ho due grandi passioni: viaggiare e leggere libri!
Mi piace girare il mondo e scoprire cosa si cela dietro a ogni luogo: la sua storia, i suoi aneddoti e le sue leggende!

Scopri di più!

Informazioni utili

Nome completo: Museo Nazionale dell'Auto di Torino (MAUTO)

Quando: Il MAUTO è visitabile tutti i giorni durante i seguenti orari:

  • Lunedì: dalle 10 alle 14
  • Da Martedì a Domenica: dalle 10 alle 19
    La biglietteria è aperta fino a un’ora prima della chiusura

    Prezzo: il costo del biglietto è:
  • Intero (Museo + mostre temporanee): € 15,00
  • Ridotto (Museo + mostre temporanee): € 12,00.
    Hanno diritto al biglietto ridotto: i visitatori over 65, ragazzi fra i 18 e i 25 anni, membri di gruppi oltre le 10 persone, convenzioni.
  • Ragazzi fra i 6 e i 17 anni: € 5,00
  • Bambini fra 0 e 5 anni: gratuito
  • Promozione famiglie (2 adulti + 1 o più bambini/ragazzi tra i 6 e i 17 anni): € 35,00

    Dove: Corso Unità d'Italia, 40, 10126 Torino (TO).

    Sito web: www.museoauto.com

    Giorni necessari: 1 giorno

  • Prenota il tuo hotel

    Booking.com

    Iscriviti alla newsletter

    Seguimi su Facebook

    All’interno di questo post sono presenti dei link di affiliazione. Questo significa che se deciderete di effettuare una prenotazione o fare un acquisto e utilizzerete questi link, i siti mi riconosceranno una percentuale. Per voi non ci sono costi aggiuntivi, ma così facendo supporterete questo blog e il lavoro che si nasconde dietro a ogni articolo pubblicato. Grazie

    Lascia un commento!

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    iscriviti alla newsletteR

    Ti è piaciuto questo articolo?! Allora non rischiare di perdertene altri e iscriviti alla newsletter!